Stefano Arato

Insegnante

Stefano Arato, nato nel 1993, si avvicina alla musica con lo studio del pianoforte durante le scuole medie. Al terzo anno di scuola superiore decide di dedicarsi alla fisarmonica diventando allievo prima del M° Roberto Agagliate e poi del M° Massimo Pitzianti. Nel 2014 viene ammesso al Conservatorio “G. Verdi” di Milano, presso il quale consegue, a pieni voti e lode, il Diploma di I livello in fisarmonica. Attualmente studia per conseguire il Diploma di II livello nello stesso conservatorio partecipando a progetti solistici, cameristici e a masterclass e seminari con artisti nazionali ed internazionali.

Dal 2013 è membro dell’Associazione Coro G cui partecipa, sotto la direzione artistica del M° Carlo Pavese, attivamente e assiduamente come corista in una regolare attività concertistica.

Nell’autunno del 2015, con la classe di fisarmonica, prende parte a un progetto del M° Scappini incidendo un brano nel CD-monografia del fisarmonicista Gian Felice Fugazza. Nel dicembre dello stesso anno collabora come fisarmonicista all’incisione di un brano nel CD “Common Language” del Coro GCT del M° Carlo Pavese.

Ha partecipato per tre anni al progetto “El Gato Quintet”, ensemble dedicato a Piazzolla e al tango argentino. Ha collaborato e collabora occasionalmente con formazioni da camera tra cui Aether Quartet, CaSo Armonico e Mishkalè con le quali tocca i più diversi generi musicali tra cui classica, pop, klezmer. Nel gennaio 2018 collabora con La Fabbrica Dei Suoni  sotto al “Progetto Diderot” della Fondazione CRT per il ciclo di lezioni-concerto La Nota Dolente.